header caar ita

Di recente ho trovato trovato nel mio archivio un documento relativo al progetto di cooperazione transfrontaliera Italia-Austria sulla nostra CAAR. Questo documento, scritto nel 2008, definiva le cose da fare e le date per concludere il progetto (l'anno 2011 secondo quel documento). I partner austriaci hanno sfruttato questi finanziamenti per migliorare e completare alcuni tratti dei loro già ottimi percorsi ciclabili, rispettando il termine del 2011. CAAR realizzata (verde) e da completare (rosso); situazione aggiornato al 2014In Italia invece, alla fine del 2011, i lavori per concludere la CAAR erano ancora in alto mare.

Sono state chieste una serie di proroghe alla scadenza e l'ultima di queste prevede la conclusione dei lavori per il mese di giugno del 2014 (è previsto anche un evento pubblico per festeggiare la conclusione del progetto europeo).

Ma siamo sicuri che il cicloturista che parte ora da Salisburgo e vuole arrivare in bici fino a Grado troverà il tracciato completato? Proviamo a vedere!

Il Land austriaco del Salisburghese ha perfettamente tracciato la sua parte del percorso integrando persino la cartellonistica che riporta il simbolo della Ciclovia Alpe Adria Radweg. I finanziamenti sono stati utilizzati per mettere in sicurezza il passaggio dei cicloturisti entro i nuovi tunnel (Klammtunnel) che consentono l'accesso alla Gasteinertal (valle del torrente Gastein).

Il Land austriaco della Carinzia ha utilizzato i finanziamenti per completare il tratto che connette la Ciclabile Carnica (Karntenradweg R3) da Arnoldstein al confine con l'Italia. A dire il vero c'è un tratto della Ciclovia Alpe Adria (quello da Mallnitz a Obervellach) che non fa parte di alcun percorso tabellato. Ma si tratta dell'unica strada che percorre la vallata e l'assenza della tabellazione non crea grossi problemi al cicloturista.

In Italia la situazione è ben diversa. Nel Tarvisiano il tracciato è praticamente completo. La ciclabile e la tabellazione si interrompono a Resiutta e fino a Buja non c'è nulla di ufficiale (a parte dei segnalini autoadesivi collocati qualche anno fa dai nostri "Radweg Angels", realizzati tra l'altro a loro spese). A Buja (sempre che il povero cicloturista ci arrivi a Buja) ci sarebbe l'Ippovia: un percorso cicloturistico tabellato che porta fino alle porte di Udine. La carenza di manutenzione e la chiusura di un guado non la rendono fruibile a tutti i cicloturisti. Dopo Udine la situazione migliora ma da Santa Maria La Longa a Grado la tabellazione (anche quella appena collocata) è decisamente carente.

Ecco quindi le statistiche che vi avevo promesso:

Tratto totale Km Km realizzati Km da completare % CAAR realizzata
Austria: Salisburghese 111 Km 111 Km 0 Km 100%
Austria: Carinzia 114 Km 106 Km 8 Km 93%
Italia: Friuli 189 Km 117 Km 72 Km 62%
Totale CAAR 414 Km 334 Km 80 Km 81%

I tratti che ho considerato come "da completare" sono i seguenti:

  • Mallnitz-Obervellach: 8 Km
  • Resiutta-Udine (Parco del Cormor): 67 Km
  • Lottizzazione "San Marco" a Palmanova: 0,5 Km
  • Attraversamento Palmanova: 1,5 Km
  • Attraversamento Cervignano: 1,5 Km
  • Entrata a Grado: 1,5 Km

Ho considerato come "realizzato" gran parte del tracciato che si trova a sud di Udine, anche se la tabellazione in molti tratti è lacunosa e incompleta.

{jcomments on}