header caar ita

La situazione della CAAR italiana: in rosso i tratti mancantiE' passato poco più di un anno dai "festeggiamenti" per la conclusione del progetto Interreg Italia Austria: dopo una pedalata tra Grado e Palmanova (anche evitando alcuni tratti della CAAR perchè considerati pericolosi!) alcuni dei nostri amministratori si permettevano anche di affermare che il tratto appena percorso era completato.

Sulla tratta della Ciclovia Alpe Adria Radweg tra Palmanova e Grado poco è stato fatto da quel giorno di un anno fa. Praticamente è stato solo attivato il semaforo che permette di attraversare con maggiore sicurezza la SR352 a Terzo di Aquileia. Le falle nella tabellazione persistono ed i cicloturisti continuano a perdersi... 

Colgo l'occasione per fare il punto sulla situazione complessiva della Ciclovia Alpe Adria Radweg. In Austria il tracciato della CAAR è stato completato entro il 2012, come da scadenze previste dal progetto Interreg. Per la parte italiana, la nostra Regione aveva chiesto una serie di proroghe che si sono trascinate fino al giugno del 2014... che comunque non hanno portato al completamento della Ciclovia.

Per quanto riguarda la tabellazione ufficiale, al momento sono quasi 52 i chilometri "dimenticati" dai nostri amministratori. Praticamente il 27% dei 188 km che compongono la parte italiana della Ciclovia Alpe Adria Radweg, possono essere percorsi soltanto grazie all'intervento di volontari, in primis i Radweg Angels, che hanno collocato a loro spese dei piccoli segnavia autoadesivi lungo il tracciato.

Ricordo che i tratti mancanti sono:

  • Resiutta-Venzone-Ponte di Braulins (quasi 28 km)
  • i tratti di competenza dei comuni di Treppo Grande, Cassacco, Tricesimo e Tavagnacco (altri 21 km)
  • l'attraversamento dei centri abitati di Palmanova e Cervignano (complessivamente poco più di 3 km)