header caar ita

In fuga dalla coltre di nebbia della bassa pianura friulana per trascorrere una meravigliosa giornata sul tracciato ciclabile che da Pontebba porta a Tarvisio. Un’ottima occasione per testare il nuovo Trike di mia moglie Silvia soprattutto nei passaggi obbligati creati dalle barriere anti-automezzi poste agli attraversamenti della ciclovia con le altre strade. Purtroppo è stato davvero spiacevole constatare che non è stato fatto alcun lavoro di pulizia della sede ciclabile in corrispondenza degli accumuli di ghiaia derivanti dall’alluvione dello scorso 4 settembre. Soltanto il tratto di fronte a Malborghetto è stato sistemato: il guado sul Rio Palug è stato parzialmente sghiaiato mentre è stato completamente ripulito dal fango il tratto di ciclabile immediatamente a monte di questo passaggio. Altri tratti della ciclovia risultano essere interrotti: stavolta, fortunatamente, per motivi di manutenzione. Presso Tarvisio la ciclabile è chiusa al traffico per il rifacimento del ponte che supera la statale Pontebbana mentre, sulla diramazione che porta in Slovenia, c’è un’altra breve interruzione della ciclopista in corrispondenza del ponte sulla strada che porta ai laghi di Fusine. Buone notizie invece dalle gentilissime signore dell’ufficio informazioni di Tarvisio: sembra che entro il 2010, salvo ulteriori intoppi, sarà completato anche il tratto della ciclabile che corre nei comuni di Dogna e Chiusaforte. Tra l’altro è stato pubblicato un magnifico pieghevole con i tracciati ciclabili della zona e moltissime informazioni turistiche per i cicloviaggiatori. Questo volantino può essere richiesto presso gli uffici di promozione turistica della regione.