header caar ita

La Drauradweg (Ciclabile della Drava) è uno dei più celebri e frequentati percorsi cicloturistici europei: in Austria è secondo solo alla storica Ciclopista del Danubio. La Ciclovia Alpe Adria Radweg si utilizza parte di questo tracciato nella sua sezione carinziana; da Mollbrucke a Villach.

Il percorso ciclabile segue il percorso del fiume Drava (Drau in tedesco) dalla sorgente (in Italia, in comune di Dobbiaco) alla confluenza del fiume nel Danubio (al confine tra Croazia e Slovenia). A dire il vero la parte più conosciuta è quella dalla sorgente arriva a Villach grazie anche l''intermodalità bici più treno.

Forse meno frequentata ma comunque molto bella dal punto di vista paesaggistico è il restante tratto austriaco della Drauradweg. In questo tratto la Ciclabile della Drava si allontana spesso dal fiume e talvolta sale sulle alture circostanti offrendo ai cicloturisti delle belle vedute panoramiche sulla vallata e le montagne circostanti.

Questa parte della Drauradweg è stata rinnovata qualche anno fa perfezionando la segnaletica ed aggiungendo molti nuovi percorsi, tutti di buona qualità e perfettamente tabellati. Il tratto della ciclovia che dal confine austriaco porta a Maribor è un po' impegnativo: spesso il tracciato si allontana dal corso d'acqua per salire sulle alture circostanti. I cicloturisti devono affrontare alcune salite impegnative e devono fare attenzione a non perdersi: in questo tratto la tabellazione avrebbe bisogno di una revisione.

Oltre Maribor il percorso ciclabile prosegue in un territorio meno impegnativo dal punto di vista altimetrico e si pedala nella conca di Ptuj. Si prosegue in territorio sloveno costeggiando un canale artificiale fino a Ormoz. Qui termina il tracciato parzialmente tabellato dalla Slovenia grazie a un progetto europeo di qualche anno fa. Il fiume, entrato in Croazia, scorre in mezzo a dolci colline fino a incontrare l'affluente Mura nei pressi di Legrad. Siamo entrati nella pianura Pannonica, anche se di fronte a noi si ergono le alture della Slavonia, che si trovano già in territorio ungherese.

Si continua a pedalare lungo la sponda destra (croata) del fiume in mezzo a molte zone umide costituite da numerosi meandri del fiume, abbandonati in seguito alle rettifiche del corso d'acqua effettuate sul finire del '800. Il percorso ciclabile proposto prosegue lungo strade principali fino al grosso Centro di Osijek, a poca distanza dalla zona paludosa di Mala Dunav. Ancora poche decine di chilometri e il fiume Drava incontra il Danubio. Qui termina la nostra pedalata lungo questo maestoso fiume. Sulla sponda opposta del Danubio, in territorio serbo, corre il percorso Eurovelo 6.